Appartamento GLO

Roma, quartiere casal de' pazzi

Anno
2014
Luogo
Casal de' Pazzi
Committente
Pino e Luigia
Impresa
Pino Sanginiti
mq
da 100 a 120
Durata
4 mesi

ante operam

descrizione della ristrutturazione dell’appartamento

   La ristrutturazione di questo appartamento è stata realizzata a Roma, nel quartiere Casal de’ Pazzi. La necessità della committenza era di riequilibrare gli spazi interni e creare una zona giorno più vivibile e conviviale. Lo spostamento della cucina dalla posizione originale alla porzione precedentemente utilizzata come ripostiglio, ha permesso di ampliare la zona giorno. Nella zona notte, la piccola camera adiacente, precedentemente poco sfruttata, è diventata parte integrante della nuova camera da letto, utilizzata come vera e propria cabina armadio. La camera da letto matrimoniale è stata contestualmente ampliata sfruttando lo spazio del balcone, adeguatamente chiuso e condonato. I due bagni rimangono nella stessa zona di partenza, ma vengono riconfigurati con materiali e pavimenti più moderni progettati e forniti da Ceamit. In tutta casa, la necessità di riutilizzare mobili preesistenti di carattere classico, unita alla voglia di creare un ambiente più contemporaneo, ha definito le scelte per i nuovi materiali da inserire all’interno. Così che il contrasto che si sarebbe ricreato tra contemporaneo e classico, è stato ricercato anche nelle scelte di arredo. È stato inserito a terra un pavimento in parquet Atelier Listone Giordano, dal richiamo tradizionale, lavorato però con trattamenti artigianali manuali che ne trasformano l’aspetto rendendolo estremamente moderno. La separazione tra la zona giorno e la zona notte avviene tramite l’utilizzo di tre grandi porte scorrevoli Albed dalla finitura fumé, fornite da Casadesign. Queste nascondono il passaggio verso la zona notte, ampliando l’ambiente giorno e dando l’impressione che l’appartamento si sviluppi solamente in questo senso. La particolarità maggiore è data dalla volontà di utilizzare delle carte da parati (CasaDesign) di nuova concezione, sfruttando anche in questo caso il dualismo insito in questo materiale, di concezione tradizionale ma, grazie alle nuove tecniche di stampa, adatto a ricreare ambienti dall’aspetto contemporaneo, facendo sì che la stessa parete diventi quadro, come nel caso della parete tv, o che lo stesso quadro sia impresso nella parete, e non appoggiato su di essa, come in cucina. Il suo utilizzo nella camera da letto crea invece un’ambientazione estremamente particolare, quasi onirica.

la progettazione

IMMAGINI